Archi di pesce e angoli conici

Se il montaggio del trasduttore é stato eseguito correttamente ed il monitor tarato alla perfezione, i siluri che passano sotto la barca dovrebbero essere evidenziati come archi di pesce. Questi apparecchi hanno di solito due modi di visualizzare le immagini sul display: una automatica ed una manuale. Nel modo automatico, é il computer all'interno del monitor che attribuisce ai segnali provenienti dal trasduttore un significato non sempre corretto, eliminando i rumori di fondo indesiderati. Nel modo manuale, invece, siamo noi che dobbiamo tarare lo strumento in modo da eliminare i disturbi ed evidenziare, invece, gli archi di pesce. Questi ultimi, si creano quando il cono del suono passa sopra ad un siluro. La distanza dal siluro, quando il cono lo colpisce, é mostrata come "A" in fig.2, quando il pesce si trova al centro del cono, la distanza é più breve, come mostrato in "B". Quando il cono lascia il pesce, la distanza aumenta nuovamente, come mostrato in "C". 

Fig.2

Le onde sonore del trasduttore si propagano nell'acqua in un raggio a forma di cono (fig.3), che assomiglia molto ad un fascio di luce di una torcia elettrica. L'angolo tra i lati esterni del cono forma l'angolo conico. Normalmente, trasduttori ad ampi angoli conici (es.20°) sono ideali per la pesca in profondità da basse a medie. L'angolo conico di 20° ci permette di vedere molto di più del mondo sommerso, in 5 mt. di acqua esso copre un'area circolare di circa 2 mt. di diametro. Il trasduttore ad 8°, ad esempio, é più indicato per l'acqua salata, dove le profondità possono arrivare anche a 100 mt.  In questi casi l'angolo conico stretto é preferibile, poiché l'energia sonora é concentrata in un'area più piccola e può penetrare a profondità più elevate. Sia il trasduttore a 8° che quello a 20°, forniscono accurate letture del fondo, anche se il segnale del fondo é molto più ampio nel modello a 20°, questo perché si vede molto di più del fondale. Il lato superficiale del segnale indica la profondità reale, il resto indica dove sono le rocce, il fango e la sabbia. Se il cono passa sopra ad un pesce in acque basse, il segnale che appare sul display può non formare un arco, questo é dovuto allo stretto diametro del cono ed ai limiti di risoluzione del display. Pesci molto piccoli probabilmente non formeranno alcun arco, pesci di medie dimensioni mostreranno un arco parziale, o una forma simile ad un arco. Pesci grandi formeranno un arco, ma in acque più profonde per vedere l'arco é necessario aumentare la sensibilità. A causa delle condizioni dell'acqua del Po, come per esempio grossi ingombri di superficie, la sensibilità può a volte non essere regolata abbastanza alta per ottenere archi del pesce. 

Fig.3

Uno dei modi migliori per ottenere archi di pesce é di espandere o "zoommare" un segmento d'acqua, per esempio, da 5 a 10 metri, in quanto più piccolo é il segmento, migliore sarà la risoluzione dello schermo. Per avere risultati migliori, aumentare la sensibilità il più possibile, ma evitando di provocare troppo rumore sullo schermo, fino ad ottenere segnali di pesce perfetti.

  


Nauticaffari Pagina Precedente - Pagina Successiva (Fonte: www.grupposiluro.it)